La collaborazione per lo sviluppo di una ECU per “il nodo chiave” continua

La centralina in oggetto consente di gestire l’accensione della linea di una moto di un importante OEM tedesco senza l’uso della chiave, allo scopo di eliminare tutte le operazioni elementari per avvio, blocco e sblocco della moto.

Sui motoveicoli che ne sono equipaggiati, è presente un pulsante di blocco/sblocco sul manubrio, invece il serbatoio sfrutta un sistema di leve. Il tutto è consentito grazie all’uso del transponder, un chip integrato nel corpo della chiave (che può quindi essere comodamente tenuta in tasca) che prevede un raggio di azione  minimo di 2 metri.

Tale strumento incorpora i dispositivi hardware che consentono l’accensione della moto dopo aver autenticato la chiave attiva. In un tipico ciclo operativo, a seguito della pressione del pulsante esterno, si avvia il riconoscimento della chiave attivando una trasmissione/ricezione in radiofrequenza. A riconoscimento avvenuto, il sistema esegue la comunicazione CAN con le altre centraline e libera il bloccasterzo. Esso inoltre gestisce l’apertura del tappo elettrico del serbatoio benzina.

Il progetto software è stato sviluppato in ambiente AUTOSAR v4.3 (AUTomotive Open Source ARchitecture), lo standard maggiormente utilizzato nel settore Automotive negli ultimi anni per architetture software, che garantisce sia un elevato livello di qualità del codice, più del 70% auto-generato, sia un’elevata modularità e riusabilità dello stesso.

Il nostro supporto ha riguardato lo sviluppo dei moduli BSW (Basic Software), nonché dei moduli applicativi SWC (Software Component) per la gestione dell’applicazione. Contemporaneamente si è inoltre fornito supporto diretto al cliente nella progettazione e implementazione dei moduli software per la gestione delle logiche di controllo e nel corretto utilizzo dei servizi offerti dal sistema operativo. Infine il team ha seguito il cliente nella fase di test che gli ha consentito di risolvere le ultime problematiche prima della consegna all’OEM.

Ancora una volta siamo riusciti a supportare il nostro cliente garantendo competenze multidisciplinari e offrendo una guida allo standard e all’utilizzo di software avanzati per la realizzazione di uno sviluppo AUTOSAR.

Condividi
Nessun Commento

Lascia un Commento